Archivi categoria: Uncategorized

SLO, ascoltare con cura. La rieducazione musicale.

E poi ti trovi così. Con il permesso di stravaccarti sui divani di un negozio di mobili, con una birra in mano ed un vinile che suona pompato da casse vintage pazzesche. Il gruppo sono gli XTC, il vinile è English Settlement ed il salotto è quello del negozio Mobiltre di Bussolengo. Che situazione strana!

…O no?

Si torna ai tempi in cui non esisteva il fast forward, i tempi in cui non si era ancora affetti da dipendenza da MP3. Termini come consapevolezza e reinserimento fanno parte della terapia dell’ascolto consapevole a cui Slo- Slow Listening Experience vuole sottoporre i downloadisti compulsivi, i malati di shuffolite e i nostalgici dell’analogico (per un tuffo nel bei tempi andati).

Ci si trova la sera. Ci si accomoda come se si fosse ospiti graditi di un amico, si ascolta chi introduce il gruppo, i brani, l’epoca (in questo caso, ad introdurre gli XTC è Diego Alverà). 

E la gente persa nei suoi pensieri accoccolati su giri armonici e stili rubati, mescolati, contaminati. 

Seguire le parole dei testi, muovendo la testa, un piede, un dito distratto, per tenere il tempo, per ancorarsi al qui ed ora.

C’è gente che dorme. E va bene così. Alla fine la musica non si può dire come goderla, non ci si può imporre un’etichetta. Non se vuoi che ti entri sotto la pelle, che faccia partire quella serie di associazioni che portano fuori rotta il pensiero cosciente.

Immagine

SLO è “un programma di incontri per la “rieducazione” all’ascolto in modalità analogica, un’iniziativa di entertainment culturale in grado di restituire il giusto valore emotivo alla musica e al momento della sua fruizione“, questa la definizione che si può leggere sulla slozine, il magazine stampato ad hoc che l’ascoltatore può portarsi sul divano e sfogliare curiosando tra interviste e testi delle canzoni.

Le serate di SLO sono organizzate in collaborazione con Pensiero Visibile, Slow Food Verona, RadioZimbra e UltimoPiano.

Non perdete l’occasione di godervi uno di questi appuntamenti! L’11 aprile con i Baustelle e 16 maggio con Lou Reed.

Info e prenotazioni qui.

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Forbes rilascia la lista dei 10 esperti di Marketing da seguire online

See on Scoop.itBusiness matters

Forbes
Top 10 Online Marketing Experts To Follow In 2014
Forbes
The online marketing industry is full of voices. You should ignore most of them.

anna tagliapietra‘s insight:

Di voci online ce ne sono tante. Molti si spacciano per professionisti e poi vendono solo "fuffa", altri invece sposano la prima regola del social media marketing: dare valore al proprio pubblico.

In perenne ricerca di informazioni ed indicazioni utili, noi utenti naviganti, saremo felici di leggere questa lista dei 10 esperti di marketing da seguire online.

L’ha rilasciata Forbes, ma possiamo sempre confrontarci per vedere quali sono le nostre impressioni su questi professionisti.

 

See on www.forbes.com

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

DEFINIZIONE Cos’è una strategia?

Immagine

A volte la differenza tra strategia e tattica è un pò confusa. 

Eppure nella stesura di un piano per noi o per un cliente, questa specifica ci può essere molto utile.

Dopo molti articoli e vari capitoli di manuali, ho trovato in questo articolo una definizione che mi sembra chiara ed efficace, quindi la condivido con voi. Anche perchè senza strategia non esiste un piano e senza tattiche non c’è esecuzione. E noi non vogliamo rimanere fermi, giusto? 

STRATEGIA

La strategia è l’identificazione degli approcci che getteranno le basi per il successo, sono i nostri obiettivi, la direzione che vogliamo seguire. 

La strategia è il COSA.

TATTICA

I passi specifici, le piccole azioni che devo compiere e programmare per raggiungere i miei obiettivi.

La tattica è il COME.

Ricapitolando: la strategia stabilisce gli obiettivi, la tattica definisce le azioni che verranno fatte per raggiungerli. 

Facciamo un esempio (in tema poco di business, molto di primavera): voglio dimagrire (obiettivo – non misurabile, ahi ahi ahi), vado a correre (strategia), mi alleno per 30 minuti 3 volte alla settimana per i prossimi 4 mesi (tattica)…poi potremmo mettere anche che ci faremo una foto ogni mese per verificare i cambiamenti (e questi è il famoso monitoraggio).

Adesso provate a farlo per il vostro business e fatemi sapere se funziona!

(Io intanto continuo ad allenarmi con il jogging)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Giulietta 2.0: l’amore ai tempi di Whatsapp

Immagine

Chi meglio degli innamorati più famosi del mondo, può regalare un San Valentino da sogno a Verona?!

L’impresa non è facile, bisogna convincere Giulietta della bellezza della propria storia d’amore, scrivendole su Whatsapp. Eh già, proprio la chat usata da più di 350 milioni di persone nel mondo.

Ad ospitare questa iniziativa è il Borsari36, mentre la creatività è dell’Agenzia Perdonà, che con il ristorante veronese ha già organizzato con successo due edizioni del talent show per appassionati di cucina Il Borsari è Servito (voci di corridoio danno per imminente l’apertura delle selezioni per la terza stagione).

Quindi come si partecipa a questo sogno d’amore? Bisogna aggiungere Giulietta alla propria rubrica di Whatsapp, il suo numero è 389/2670278, e conquistarla con pensieri d’amore, video, canzoni, dediche tutto nello spazio di una chat.

Il messaggio più romantico e creativo si aggiudicherà una cena da sogno la sera di San Valentino ad un tavolo appartato con servizio esclusivo. A scegliere il messaggio sarà lo staff del Borsari36.

Niente male eh? 

Tutte le informazioni le trovate sulla pagina Facebook del ristorante Borsari36. Se tentate la fortuna fatemi sapere cosa vi risponde Giulietta!

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Google Analytics 2013

See on Scoop.itBusiness matters

Versione aggiornata di una precedente presentazione su Google Analytics. Si descrivono i passi iniziali per configurare al meglio Google analytics: dalla creazi

See on www.slideshare.net

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il successo di Twitter? La televisione!

See on Scoop.itBusiness matters

Paradossalmente, solo in queste fasi di evoluzione riusciamo ad uscire dal “sonno” in cui ci ha trascinato il media precedente e vederlo nel suo complesso.

anna tagliapietra‘s insight:

Io i programmi in televisione ormai li guardo con un occhio solo, perchè l’altro è incollato allo stream di Twitter.

Il social network del microblogging mette in luce l’estro creativo di moltissimi italiani, che in soli 140 caratteri riescono a stupirmi e a farmi ridere. Moltissimo.

XFactor non sarebbe la stessa cosa senza #XF7: devo continuamente vedere cosa cinguettano i miei compagni di divano virtuali, per confrontare le mie impressioni alle loro, per commentare e sputare sentenze dall’anonimato confortevole del mio nickname.

La televisione ha scoperto una seconda vita grazie ai social network, che permettono di interagire con le trasmissioni, farci sentire quasi attivi rispetto a quello che sta succedendo: come se con i nostri trending topic potessimo decidere veramente di far vincere il nostro concorrente preferito.

Una volta c’erano i centralini, ora le graziose signorine sono sedute davanti ad un computer a stilare classifiche di preferenza, rispondere in diretta a richieste di chiarimento e raccogliere i voti del pubblico.

XFactor ha ritwittato miei commenti, condiviso le mie foto su Instagram e io per 5 minuti mi sono gongolata soddisfatta, illuminata per un istante dal riconoscimento dello show biz.

Coinvolgere il pubblico facendolo interagire attraverso questi nuovi mezzi di comunicazione è la scelta più saggia che la televisione potesse fare per assicurarsi un guizzo vitale quando stava per essere accantonata da gran parte del pubblico mediatico.

Quello che prima facevamo al bar con gli amici, ora lo facciamo su Twitter con milioni di altre persone: il mezzo è cambiato, la soddisfazione è la stessa.

Ci vediamo giovedì prossimo a #XF7, mi trovate come @a_buso, sono quella che non capisce niente di ritmo e intonazione ma ne ha sempre una da dire. Lo stesso:

See on www.huffingtonpost.it

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

APERTE LE ISCRIZIONI AL TALENT SHOW DI CUCINA A VERONA!

Arriva l’inverno e anche la seconda stagione del Borsari è Servito, il talent show di cucina che ha appassionato Verona quest’estate, contato più di 300 spettatori durante le 5 puntate live.

Come funziona? 

8 concorrenti si sfidano due alla volta preparando il loro “piatto di battaglia”, la ricetta top del loro repertorio; a giudicarli tre professionisti del settore: Carmine Calò, chef del ristorante Borsari36, Martina Cortelazzo direttrice della scuola di cucina E’ Cucina e il food blogger Alessandro Gerbino.

In palio, oltre alla gloria, due corsi di cucina e il premio della critica, un’intervista sul food blog Chezuppa.it che conta più di 15.000 visitatori ogni mese.

La scorsa edizione è stata davvero divertente e coinvolgente, impressionante il livello dei concorrenti che si sono destreggiati tra rou e tartare varie.

Quest’anno c’è una difficoltà in più: il piatto di battaglia non dovrà superare un food cost di 20€, pena l’esclusione dalla sfida!

Altra novità di quest’anno la presenza di uno sponsor d’eccezione, OTTICA VISIVA che presenta il concorso attraverso il suo progetto MANGIAMI CON GLI OCCHI; un tema ammiccante che mescola vista e cibo per catturare tutti i golosi di emozioni e sensazioni.

Per tutti gli aspiranti #BChef2013 iscriversi è facilissimo: andate sul sito http://www.borsari36.it

e compilate il form ISCRIVITI COME CONCORRENTE.

Avete un amico che vi usa sempre come cavie per i suoi esperimenti culinari? Iscrivetelo!!

Lascia un commento

ottobre 7, 2013 · 3:03 pm