Lo storytelling: 5 utili consigli su come raccontare la propria storia aziendale

See on Scoop.itBusiness matters

Abbiamo già parlato del peso sempre maggiore che il Content Management ha sulle strategie di marketing on e off line, soprattutto quando si parla di Social Media.

Lo storytelling, la capacità, cioè, di raccontare la propria attività in forma (diciamo) romanzata, è l’evoluzione di questa attenzione ai contenuti.

Lo so, piccolo e medio imprenditore italiano cosa stai pensando: “prima bastava fare buoni prodotti per vendere, adesso mi tocca diventare anche menestrello”. Ti capisco perfettamente, molte persone come te fanno fatica a capire che in un momento di crisi quello che trasforma un contatto in un cliente sono le emozioni; ma se guardiamo noi stessi possiamo capire facilmente l’antifona: a parità di prezzo, preferisco andare in un ristorante in cui mi chiamano per nome, il proprietario si ferma al mio tavolo a chiedermi se va tutto bene e magari mi racconta com’è che ha cominciato, o come viene cucinato il piatto che sto mangiando.

L’azienda è la stessa cosa: ci sono le storie di chi ci lavora, quelle di chi l’ha fondata e anche quelle dei clienti che già ci stanno comprando.

Tante voci, tante emozioni, tanti messaggi che possiamo dare al nostro pubblico.

Spesso pensiamo che le cose che facciamo normalmente e da anni, non siano abbastanza significative, ma se ci sono clienti che ci accordano la loro fiducia scegliendoci, un motivo ci sarà!

Nell’articolo di Leonardo Pavanello pubblicato sul sito Ninjamarketing.it, troviamo 5 utili e semplici consigli su come cominciare a raccontare la storia della nostra attività…che, poi, è la nostra storia e la storia di tutti quelli che vivono il brand ogni giorno.

Alcune indicazioni?

UTILIZZARE LE EMOZIONI

Le emozioni sono la base di ogni storia ben riuscita. Certe storie che ci fanno ridere, altre piangere alcune, invece, hanno la capacità di avvicinarci di fronte ad un problema; e sono proprio queste quelle che ascoltiamo più volentieri. Inserire un’emozione all’interno di una brand story, molto spesso non è così difficile come si potrebbe immaginare. L’emozione è già lì, basta solo scoprirla.

CONDIVIDERE LA TUA UNICITA’

Probabilmente il tuo brand ha delle caratteristiche uniche, anche se non ha un fondatore carismatico come lo è stato Steve Jobs o una mission dal significato etico come Chipotle. Per scovare queste caratteristiche è necessario guardare la vostra azienda, il vostro brand, i vostri prodotti/servizi e clienti con un occhio creativo e pensare a ciò che lì rende speciali.

KEEP IT SIMPLE

Pensate alle storie che ricordate meglio: la maggior parte di esse può essere riassunta con poche frasi o una semplice lezione (ad esempio molte delle favole dei fratelli Grimm si possono ricondurre a: “Non parlare con gli estranei”).

FACILITARE LA CONDIVISIONE

Le storie ben riuscite hanno un messaggio che il pubblico apprezza e ci tiene a condividere diventando parte della narrazione del brand. Per facilitare la condivisione bisogna porsi dalla parte del cliente e riflettere su dove e come potrebbe raccontare la vostra storia considerando anche le modalità di contatto delle persone con il brand.

 

See on www.ninjamarketing.it

Lascia un commento

Archiviato in Marketing

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...