8 marzo

Domani è la giornata mondiale della donna, io non la festeggio da anni, ma stavo facendo due riflessioni sull’argomento leggendo qualche titolo qui e là sul web.

Domani è la festa della donna e proprio ieri un’altra ex moglie è stata uccisa dal suo ex marito (che ha pensato bene di uccidere anche la figlia e il suo moroso); l’altro giorno invece un cinquantenne ha fatto fuori la moglie e, dopo aver sistemato per bene il cadavere sul letto, è andato a costituirsi: pensava che lei lo tradisse.

Ognuna di noi ha subito violenze, tradimenti, bugie, cattiverie, invidie, ingiustizie…ma non ha mai tagliato le budella allo stronzo di turno. Perchè? Forse siamo marchiate non con il peccato capitale, ma con il mantra che dice che, in fondo, un pò colpa nostra lo è, che se il viscido verme ci tratta male forse siamo noi che in qualche modo lo provochiamo, e se reagiamo chissà cosa diranno i vicini, gli amici, i famigliari…

E continuiamo a farci ammazzare.

Lorena Bobbit non ha avuto nessun emule, eppure ci sono tanti uomini a cui farebbe bene una sforbiciata all’inguine.

Il femminismo non ha portato ad un bel niente: a cosa mi interessa poter andare a votare se comunque il mio stipendio da professionista è più basso perchè sono donna?

Se ad un colloquio sono discriminata perchè potrei rimanere incinta?

Se devo andare a dormire in guepière sennò mio marito è giustificato se mi fa le corna?

Se devo avere paura di andare a correre la sera perchè il primo ubriaco molesto può anche violentarmi?

Se continuo a pensare che, in fondo, in qualche modo, è colpa mia?

Vorrei che la festa della donna non fosse una mimosa che puzza e costa quanto un rene, ma fosse un regalo che ogni donna si fa pensando per un giorno che senza di lei il mondo si fermerebbe, perchè siamo intelligenti, belle, creative, multitasking, deboli, coraggiose, timide, rumorose, prevedibili, ipersensibili.

Vorrei che per un giorno pensassimo a quanto siamo fortunate a non avere accanto un uomo che invece di dirci ciao ci dà un pugno in faccia.

E se invece siamo di quelle che un essere spregevole come quello lo abbiamo veramente in casa, beh, forse per un cazzo di giorno potremmo convincerci davvero che lui non è nessuno, ma davvero nessuno, per permettersi di trattarci così.

Buona festa della donna amiche.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...